Trekking 

Trekking promontorio di capo Miseno
Alla scoperta del santuario degli uccelli
⏱ Durata del tour 2h 30m
L’escursione avrà inizio sul litorale di Miseno: percorrendo pochi metri arriveremo alla grotta della Dragonara, prima tra le testimonianze della vasta cisterna romana. Sarà solo l’inizio del nostro cammino, che ci condurrà sulle pendici del cratere di Miseno, nato tra i 25000 e 10000 anni fa. Una struttura che permette l’insediamento di numerosissime specie d’uccelli, sia stazionarie che migratorie. Tra i lecci e la macchia mediterranea, risaliremo un antico sentiero borbonico che ci concederà una splendida vista su Monte di Procida, sede di ciò che resta dell’antico vulcano Archiflegreo. Si aprirà davanti a noi quello che un tempo era il centro nevralgico della flotta romana, fino alla vetta che sovrasta il faro di Miseno. 

Trekking Monte Nuovo + Lago D’Averno

La discesa degli inferi
⏱ Durata del tour 3h 00m
Lingue disponibili: Italiano, inglese
L’escursione avrà luogo nell’Oasi naturalistica del Monte Nuovo (Pozzuoli), raggiungibile sia in auto che in treno. Partiremo dalle sue pendici, e ci inoltreremo tra i castagneti e la classica macchia mediterranea, fino al raggiungerne la vetta. Da lì il panorama dei Campi Flegrei si aprirà davanti ai nostri occhi, rivelando la vera morfologia del territorio segnato da 40000 anni di eruzioni. Riprenderemo il cammino e, dal punto più alto, inizieremo la nostra discesa che, tra antichi vigneti, ci porterà alla “bocca degli inferi”: il lago d’Averno, uno specchio d’acqua che è stato da sempre protagonista di miti e leggende, e mostra le testimonianze delle ere che ha attraversato.

Walking Tour 

Walking tour alla scoperta della Sibilla Cumana.

Durata circa 2 ore
Lunghezza circa 2 Km con pendenze. 

Difficoltà medio\bassa

Raduno ai piedi del Parco Archeologico di Cuma. Visita guidata all’acropoli, In uno spazio relativamente ristretto, la visita del parco archeologico di Cuma permette di cogliere il divenire della storia. Sono perfettamente visibili le opere difensive greche del VI secolo a.C. e le modifiche dell’assetto urbanistico della città, mentre i mausolei sanniti mostrano le novità ideologiche della civiltà campana. 

Walking tour Parco Archeologico Terme di Baia

Durata circa 2 ore
Lunghezza circa 2 Km con pendenze.
Difficoltà medio\bassa

Raduno all’ingresso del Parco archeologico di Baia. Visita guidata all’interno del Parco Archeologico.
La Terme di Baia (Parco archeologico di Baia) è un insieme di costruzioni e spazi attrezzati degradanti verso il mare, ingrandite ed arricchite per alcuni secoli. Non sono terme, alberghi, ville, semplici dimore o templi dedicati alle varie divinità, ma tutto ciò messo insieme. È questa la caratteristica che rende singolare l’agglomerato risalente dai primi anni del II secolo a.C. al IV d.C.

Visita guidata Castello Aragonese di Baia e Museo Archeologico dei Campi Flegrei.

Durata circa 3 ore. 

Attualmente ospita il Museo Archeologico Flegreo, divisi in diversi settori sono esposti interessanti reperti archeologici che aiutano a ricostruire la storia di Cuma, Pozzuoli, Miseno, Bacoli, Liternum e del Rione Terra. I percorsi sono ben articolati e le eccezionalità sono opportunamente messe in luce, dando loro anche il giusto risalto artistico.

Dagli spalti e dai bastioni si possono godere panorami semplicemente bellissimi.

Walking Tour Pozzuoli con visita Anfiteatro Flavio

Durata circa 2 ore.
Lunghezza circa 2 km, 
Difficoltà bassa

Luogo di ritrovo e partenza da Largo Palazzine. Si andrà alla scoperta del Anfiteatro Flavio accompagnati da una guida turistica professionale. Edificato nel I sec. d.C. dagli stessi architetti e con uguali materiali del Colosseo, dopo anche quello di Capua è il terzo per grandezza in Italia. Ma per lo stato di conservazione dei sotterranei, solo a Pozzuoli può essere compresa la complessa organizzazione per rendere fruibili i diversi spettacoli che si svolgevano nella splendida arena.

Procida Experience

È stata l’isola di Arturo, attraverso la penna di Elsa Morante. La scenografia naturale di alcune delle scene del Postino con l’immenso Massimo Troisi: è Procida. La nostra perla flegrea, Capitale della Cultura 2022.
Andremo alla scoperta della sua storia, delle sue tradizioni, dei suggestivi e colorati vicoli che fanno di quest’isola un luogo unico.
Partiremo dal porto, nei pressi del quale ritroveremo la Chiesa di Santa Maria della Pietà, eretta nel 1760 sulle fondamenta di una preesistente cappella, fondata nel 1616 dai marinai e, per questo, conosciuta come la Chiesa dei Marinai.
Da qui ci sposteremo verso uno dei suoi luoghi simbolo, una vera e propria cartolina: la Corricella. Un porticciolo seicentesco rinomato per la sua particolare architettura fatta di archi, cupole, finestre, gradinate, logge, scale e facciate dai colori pastello. Attraverso salita castello, proseguiremo il nostro viaggio sull’isola fin su Terra Murata, dalla quale poter godere di una vista mozzafiato su uno dei panorami più famosi al mondo.
Una volta giunti in cima, una delle costruzioni più importanti è senza dubbio il Palazzo d’Avalos, realizzato alla metà del ‘500. Nel 1830 l’edificio fu trasformato in una vera e propria cittadella carceraria, chiusa poi nel 1988. Attualmente è visitabile solo dall’esterno.
Subito dopo troviamo l’Abbazia di San Michele la cui prima realizzazione avvenne tra l’VIII e il IX secolo.

Sea Experience

Tour in Kayak della costa flegrea.
Una emozionante passeggiata in kayak per ammirare il paesaggio flegreo, sulla costa di Baia nei pressi del Castello Aragonese.
Osserveremo i gioielli della costa flegrea, come il Castello di Baia: eretto in un’area fortemente strategica come residenza aragonese, attualmente conserva i preziosi reperti esposti nelle sezioni dedicate a Cuma, alla colonia romana di Puteoli, al Rione Terra e all’antica Liternum. Proseguendo ci fermeremo in alcune delle più belle insenature flegree. con possibilità di fare un bagno nel mare azzurro. 
Al termine brindisi di gruppo in spiaggia con i nostri ciceroni. 

Tour in barca Baia sommersa.

.Il tour avrà inizio dallo storico Porto di Baia uno dei luoghi di villeggiatura più rinomati e alla moda per la classe aristocratica romana. Qui, infatti, sorsero ricche ville di cui abbiamo numerosi e preziosi resti, attualmente custoditi dal Parco archeologico. L’agglomerato si estende fino al porto, su cui sorge l’affascinante tempio di Venere: risalente al II secolo d.C, è in realtà un impianto termale di età adrianea. 
Terminata la visita, inizieremo la nostra esperienza a bordo di una imbarcazione con fondo trasparente che ci consentirà di osservare gli antichi resti della città di Baia, sprofondati a causa del fenomeno del bradisismo. La prima tappa sarà il Ninfeo di Punta Epitaffio, ninfeo romano risalente al I secolo d.C., all’epoca dell’imperatore romano Claudio. 

Tour in SUP Marina Acquamorta.
Il SUP tour partirà dalla spiaggia di Monte di Procida, con una spettacolare vista sulle due isole di Procida ed Ischia. Svolgeremo un breve briefing attraverso il quale si apprenderà l’utilizzo e la navigazione con lo “Stand up paddle”. Navigheremo lungo la costa fino a raggiungere il bellissimo isolotto di San Martino, formatosi intorno al 1500 circa. Durante il tragitto vedremo i resti del ponte che lo collegavano alla terra ferma. Ne ricostruiremo la storia, per poi concederci un meritato bagno e foto di gruppo. Ripartiremo per dirigerci verso la Chiaia dei porci, una baia con spiaggetta naturale raggiungibile solo da mare. Anche qui ci concederemo bagno e foto, per poi rientrare verso Monte di Procida.
Al termine brindisi di gruppo in spiaggia.

Contattaci per scegliere un tour personalizzato.

11 + 8 =